Cerca nel blog

mercoledì 21 dicembre 2011

LA LEGGENDA DELLE PALLE DI NATALE




Quando Gesù nacque per la prima volta tanto tanto tempo fa, tutti fecero a gara per portargli i regali più belli ed anche utili, perchè la Madonna e San Giuseppe  erano poverelli.

Vista l'occasione arrivarono lì anche un sacco di artisti di strada.
Un giorno il mangiatore di fuoco portò un pò di calore nella grotta dove, sempre a causa della povertà si scaldavano solo con bue ed asinello.

Alcuni giorni dopo un equilibrista, sapete quelli che camminano sulle corde, regalò appunto la sua corda a Maria affinchè potesse stendere i panni del bambinello ad asciugare.

Alcuni giorni dopo arrivò anche un giocoliere... poverino,  voleva proprio andare a salutare il bambin Gesù ma lui non sapeva proprio cosa portargli e così si mise davanti alla culla ed incominciò a far volare le palle in tutte le direzioni per poi riprenderle e fare altri lanci spettacolari,  insomma fece quello che gli riusciva meglio  "il giocoliere" e fece ridere il piccolo bambino.

Da quel giorno per ricordarci delle risate di Gesù Bambino si appendono delle palline colorate all’albero di Natale.

Laura































E anche per queste meravigliose palline ringrazio Pisipachi