Cerca nel blog

venerdì 23 dicembre 2011

IL VERO SIGNIFICATO DEL NATALE (per me)



Per me il vero significato del Natale è condividere questa festa con le persone che amo...


 "dies natalis"

Il mio cuore è molto vicino a Dio, molto vicino a tutte le persone che fanno parte del mio quotidiano e con le quali condivido non solo cose belle e piacevoli, anzi il più delle volte si condividono ansie, preoccupazioni etc...

Per me il Natale non è mai stato  come una caramella, che la si assapora, la si succhia, si scioglie e qualche istante dopo non rimane più niente, non lo è mai stato finchè c'era la nonna, la mamma e tutti i parenti con i quali si condivideva la gioia per la preparazione dei cibi, la scelta degli abiti nuovi per la messa di Natale e la preparazione di un pensiero per tutti anche per il portinaio, per la signora anziana della porta accanto.

Io non ho famiglia, la mia famiglia è composta da qualche cugino o cugina, da qualche amico sincero e da alcune persone sempre diverse (sole) che invito il giorno di Natale.

Poveretta, la Signora che avevo invitato per il pranzo non verrà, la mia amica quella che sarebbe dovuta andarla a prendere ha la macchina che non funziona e non può venire perché abita fuori Torino. I miei due cugini maschi (anche loro non hanno famiglia) non si fanno più sentire da quando ho chiesto loro aiuto per gestire un'altra cugina che ha un inizio di Alzheimer e di cui mi prendo cura. Solitamente anche un'altra cugina frequenta la mia casa  durante le feste Natalizie; anche lei dopo la richiesta d'aiuto per la cugina "malata" non si è più fatta sentire e l'ultima volta che le ho telefonato mi ha trattata malissimo.

Sono stanca, mi manca la mia nonna, la mia mamma, gli zii. Mi manca la preparazione del pranzo di Natale, la condivisione. 
Ora mi spiace di avere acquistato di tutto e di più per la felicità dei miei ospiti.

Pazienza! ci vuole tanta pazienza...  Il Natale di un tempo non torna più, la gente non ha più i valori di una volta. 
Ognuno è perso dietro alle proprie cose, ai propri problemi e fondamentalmente se si comporta così vuol dire che certe cose non le prova. 
Peccato per loro... passerò senz'altro una bella giornata con mia cugina, forse tra tutti è ancora la più "normale" nonostante l'inizio d'Alzheimer.