Cerca nel blog

sabato 15 gennaio 2011

TORINO - MIRAFIORI (tranello o salvezza?)

SE LA FIAT CHIUDE, CHE NE SARA' DI TORINO?



Promesso un investimento di un miliardo e ci si chiede se c'è da votare sì per continuare a lavorare a Torino/Mirafiori?

Più sotto "in pillole" c'è un dettaglio delle motivazioni per le quali si è votato oggi a Torino

PERSONALMENTE VOTEREI SI', CHE NE SAREBBE DI TUTTI NOI SE LA FIAT NON LAVORASSE PIU' A TORINO.

Ho lavorato per circa venti anni nell'industria, capisco perfettamente che c'è solo da guadagnarci nel cambiare le cose.
Ai tempi di mio nonno e di mio padre non è mai morto nessuno per il troppo lavoro in Fiat.


Tutto il mondo lavora in questo modo, rimangono 40 ore straordinarie, ci saranno anche molte ore in più di straordinario, gli operai con i quali lavoravo io si lamentavano sempre che non ci fossero straordinari da fare.

Si sta facendo tutto questo can can  per 10 minuti di pausa in meno, (che verranno  retribuiti  si ritroveranno mensilmente circa 32 euro in più in busta)

Si parla di ripetitività lavorativa? Ho fatto l'impiegata per più di 30 anni, a causa della ripetitività del mio lavoro sono stata operata la tunnel carpale ma sono ancora viva.

Sono ancora viva anche se a volte perchè pressata da altri impiegati oppure da operai che con le più svariate scuse venivano in ufficio a chiedere di tutto e di più, ero costretta ad andare in bagno anche solo 2 volte al giorno e giuro che in 5 minuti riuscivo a lavarmi anche le mani.

Gli operai dell'azienda per cui lavoravo, se la domenica giocavano al pallone il lunedì erano tutti rotti e stavano a casa... penso sia  di questo che si parli quando si parla di assenteismo,(tenendo anche conto che fino al terzo giorno quello dell'assenteismo è un carico prettamente aziendale) non è una malattia oltre i 4 giorni in cui chi paga è l'I.N.P.S.

NON E' UN RICATTO, ANZI A ME PERSONALMENTE  PIACE MOLTO L'IDEA CHE SIANO I LAVORATORI A VOTARE, E' GIUSTO CHE LA DECISIONE LA PRENDANO LORO E CHE NE DIVENTINO CONSAPEVOLI.
BASTA CON PRESE DI POSIZIONE AZIENDALI ED I  FALSI BUONISMI DI  CERTI SINDACATI.

I lavoratori della catena di montaggio ovviamente dovrebbero avere non più di 30/40 anni, in questo modo non ci sarebbero problemi di minzioni frequenti; tranne forse in caso di malattie, e mi pare che per chi soffre di tali malattie non sia penalizzato ma di queste loro malattie già se ne tiene conto.

I sessantenni dovrebbeno starsene a casa e lasciare  i posti di lavoro ai giovani, in ogni settore di lavoro.

SE LE AZIENDE MIGLIORANO... ANCHE GLI STIPENDI AUMENTERANNO.

SI E' SEMPRE LAVORATO IL SABATO E SI CONTINUA ANCORA A LAVORARE IN ALCUNE AZIENDE.


MIRAFIORI
   ANNI '60   QUANDO SI LAVORAVA PER LA CRESCITA E NON PER IL BENESSERE OTTENUTO CON POCA FATICA



Mirafiori: accordo in pillole, su cosa si vota

14 gennaio, 08:42


ROMA - Lotta all'assenteismo, più turni settimanali, taglio delle pause, buste paga più pesanti grazie soprattutto alle maggiorazioni per il turno di notte: sono questi i punti principali dell'accordo tra Fiat e sindacati (ad esclusione di Fiom e Cobas) sul quale i 5.431 lavoratori delle carrozzerie di Mirafiori sono chiamati a votare.
- PAUSE: Passano da 40 a 30 minuti. Saranno tre di 10 minuti ciascuna invece che due da 15 e una da 10 minuti. I dieci minuti che si lavorano in più saranno retribuiti (32,47 euro al mese).
- MENSA: la mezz'ora per la mensa resterà collocata all'interno del turno. Si ridiscuterà quando la fabbrica andrà a regime (nel 2012) la possibilità di spostarla a fine turno.
- ASSENTEISMO: dal luglio 2011 se non si sarà raggiunto un livello di assenteismo inferiore al 6% medio (ora è all'8%) i dipendenti che si assenteranno per malattie brevi (non oltre i 5 giorni) a ridosso delle feste, delle ferie o del riposo settimanale per più di due volte in un anno non avranno pagato il primo giorno di malattia. Dal 2012 se l'assenteismo non sarà sceso sotto il 4% i giorni di malattia non pagati saranno i primi due (l'Inps infatti paga solo dal quarto giorno mentre i primi tre sono a carico dell'azienda come prevede il ccnl).
- CASSA INTEGRAZIONE: si chiederà la cassa integrazione straordinaria per tutto il personale dal 14 febbraio 2011 (quando finirà l'ordinaria) per la durata di un anno.
- FORMAZIONE: saranno tenuti corsi di formazione per i lavoratori in cig la cui frequenza sarà obbligatoria.
- TURNI: a regime si lavorerà su 18 turni (tre turni al giorno su sei giorni) con una settimana di sei giorni lavorativi e la successiva di quattro giorni. Il 18esimo turno sarà retribuito con la maggiorazione dello straordinario. Gli addetti alla manutenzione e alla centrale vernici lavoreranno su 21 turni (sette giorni su sette) mentre per i dipendenti addetti al turno centrale (quadri, impiegati e operai) l'orario sarà dalle 8.00 alle 17.00 con un'ora di pausa non retribuita. Con l'aumento dei turni si avranno circa 3.500 lordi annui in busta paga in più.
- STRAORDINARI: Saranno 120 le ore di straordinario obbligatorie ogni anno (15 sabati lavorativi), 80 in più delle 40 attuali.
- ORGANICI: le assunzioni del personale per la joint venture saranno fatte prioritariamente dagli stabilimenti Fga di Mirafiori e successivamente dalle altre Fiat torinesi garantendo retribuzione e inquadramento precedenti. Sarà riconosciuta l'anzianità aziendale pregressa e sarà liquidato il Tfr a chi lo chiederà.
- CLAUSOLA RESPONSABILITA': Come già è previsto per lo stabilimento di Pomigliano il non rispetto degli impegni assunti con l'accordo comporta sanzioni in relazione a contributi sindacali, permessi per direttivi e permessi sindacali aggiuntivi allo Statuto dei Lavoratori.