Cerca nel blog

venerdì 22 ottobre 2010

Per me, è ottobre il mese dei morti...


Io sono credente, in tutti i sensi, chi avrebbe mai potuto credere che  un fiore dal colore unico potesse nascere di 2 colori?

Scrivo queste cose ma non sono disperata o triste, semplicemente avendo ormai elaborato le cose decido di metterle giù con serenità.
Tanto, tutto può cambiare, basta guardare la natura che ci circonda, è naturale che le "cose" vive prima o poi debbano morire per far posto a "chi" deve arrivare...


Il 22 ottobre dell'anno 1961 me lo ricorderò è ovvio per tutta la vita. Quel giorno è morto il mio papà, era un ragazzone di 31 anni con tanti progetti, tanta voglia di vivere ed era tanto bello che pareva impossibile non poterlo più rivedere.
Io avrei compiuto poco dopo 9 anni, a quell'età ero in grado di comprendere la morte in termini adulti, anche se per dirla tutta per adeguarmi alla situazione ho fatto finta che mio padre fosse partito per un lungo viaggio e che un giorno prima o poi ci si sarebbe ritrovati.


Da quel momento faccio così, ogni volta che qualcuno mi  "lascia",  ho fatto così anche con Francesco che non c'è già più da qualche anno, lui se n'è andato il 29 di questo mese... mi manca ancora oggi, purtroppo non credo si possa in un blog inserire un file musicale, altrimenti oltre la sua foto avrei pubblicato anche uno dei pezzi che lui cantava, peccato, comunque questo era Francesco  uno dei miei più grandi amici


e per terminare i ricordi di questo infausto mese, ultimo ma non meno importante... qualche foto del mio più piccolo pelosetto in tre fasi della sua crescita.
Micetto un pò sfortunato ma dal vissuto felice come il mio finchè è rimasto con me. Oktoberfest detto Lancillotto denominato Lotty, c'è una storia sul nome scelto ma  la racconterò un'altra volta...



...


                                                                 ...



Spesso i  legami   con   gli  animali sono profondi, fatti di una empatia unica e di un amore incondizionato. Per questo quando ci mancano ci sentiamo vuoti e deprivati. Il loro amore per noi è immenso, io sono riuscita a vivere un rapporto così, è stato un dono meraviglioso.